Bonus fiscale: Detrazione Irpef del 50%

11 agosto 2015

Con il via libera alla Legge di Stabilità per il 2015, il bonus fiscale per ristrutturazioni edilizie, ovvero la detrazione Irpef del 50%, è stato prorogato fino al 31 dicembre 2015 per interventi di recupero del patrimonio edilizio.

Nello specifico, il bonus è previsto per interventi compiuti sul patrimonio edilizio esistente esclusivamente a destinazione residenziale e alle pertinenze, fino a un massimo di spesa di 96.000 euro, quindi lo sconto massimo ottenibile è pari alla metà di questo tetto di spesa, cioè 48.000 euro per gli interventi edilizi, suddivisa in 10 rate annuali di pari importo.

Per gli interventi soggetti alla detrazione del 50% è inoltre prevista l’applicazione, per l’esecuzione dei lavori, dell’aliquota Iva agevolata del 10%.

I beneficiari della detrazione Irpef del 50% possono essere tutti coloro che effettuano le spese per gli interventi di ristrutturazione edilizia. Potranno farne richiesta, pertanto, non solo i proprietari dell’immobile oggetto di ristrutturazione, ma anche i titolari di altri diritti reali, come:

  • nudi proprietari o usufruttuari;
  • soci di cooperative divise o indivise;
  • affittuari o comodatari;
  • promittente acquirente che abbia già registrato il compromesso;
  • familiare convivente del proprietario o del detentore dell’immobile

Posto che resta fondamentale che gli interventi vengano eseguiti su edifici esistenti, in caso di ampliamenti si potranno ovviamente detrarre solo le spese relative a tale intervento.

Per ottenere lo sconto Irpef non è necessario presentare alcuna domanda o richiesta specifica, ma è sufficiente, in sede di dichiarazione dei redditi, indicare i dati catastali dell’immobile oggetto dell’intervento.

Per ogni informazione più specifica e per valutare eventuali casi di idoneità, vi consigliamo di contattarci o consultare questa utile guida.